Generazioni e Collaborazioni: una breve intro

| May 9, 2017

Il Quaderno #11, Quid Novi? Generazioni che collaborano, eslora la questione generazionale seguendo due dimensioni: Generazioni e Collaborazioni. Di seguito pubblichiamo le due Wiki che introducono brevemente queste sezioni. Sul quaderno ciascuna sezione è interpretata da contributor con diversi background.

 

WIKI GENERAZIONI

L’enciclopedia libera Wikipedia definisce ‘generazione’ come “un insieme di persone che è vissuto nello stesso periodo ed è stato esposto a degli eventi che l’hanno caratterizzato”. Una questione anagrafica ma non solo, quindi. In una generazione sono infatti raggruppati tutti gli individui che hanno vissuto e subito l’influenza degli stessi eventi storici, culturali, sociali ed economici. Non si tratta solo di contenitori ma di diverse dimensioni che, scomposte, mostrano come persone di diversi luoghi ed età possano percepire ed interpretare la realtà in maniere differenti ma coerenti tra loro. Gli individui di una stessa generazione saranno differenti, ciascuno con la propria identità e le proprie attitudini, ma si approcceranno in maniere simili ai mezzi di comunicazione o allo shopping, ad esempio, perché sono stati formati dalle stesse dinamiche e dagli stessi trend, consumati attraverso gli stessi canali, in età simili. Il filtro generazionale aiuta quindi a meglio comprendere e predire le preferenze, le motivazioni, le aspirazioni e le paure di porzioni discrete di popolazione. Porzioni di popolazione che si trovano a condividere luoghi, tempi e attività con mindset e approcci diversi, che hanno la necessità di creare percorsi comuni pur partendo da background diversi. Questo è evidente dal punto di vista del mercato ma lo è anche nelle dinamiche aziendali interne nelle quali è sempre più necessario trovare un equilibrio transgenerazionale che non sia solo pacifico ma anche fecondo. Per farlo è però prima necessario esplorare il concetto di generazione nel suo complesso.

WIKI COLLABORAZIONI

Quali sono le novità e le rotture che le nuove generazioni stanno portando nelle Imprese? Come è possibile gestire e mettere a frutto il nuovo mix generazionale? La questione generazionale non può e non deve essere limitata alla gestione compartimentalizzata di necessità specifiche, ma deve essere sfruttata per creare sinergie intergenerazionali che incrementino le connessioni tra integrated self. Facendo leva sulla diversità degli approcci si possono creare nuovi stili di lavoro, approfittando delle differenti esperienze e skill si possono generare fenomeni di apprendimento e di scambio di competenze. Episodi di collaborazione – parola che il Wikizionario definisce come il “permettere che si possa realizzare un intento positivo coadiuvando nelle possibilità per giungervi” – devono quindi essere innescati non solo per facilitare il lavoro, ma anche per sfruttare l’opportunità di creare nuovi percorsi partendo da attriti positivi che non bloccano il sistema ma lo rendono più dinamico. Una qualità che si richiede alle aziende e alla loro organizzazione è infatti sempre di più quella di disporre di strumenti che consentano di gestire esigenze personali e di ‘comunità’ in maniera cross. Diversi gruppi con background culturali, riferimenti temporali e mappe emotive differenti riunite in un unico spazio, tempo e compito che, attraverso collaborazioni di diversa natura, producono un’alchimia capace di mischiare, distillare ed incrociare quelle ‘età’ diverse per produrre valore.

 

Per leggere tutti i contenuti del Quaderno #11 scaricalo qui.

Tags: , , ,


  • Twitter
  • Facebook
  • Flickr
  • YouTube
  • Vimeo