La Human (R)evolution continua…

| May 24, 2013

È trascorso circa un mese dalla pubblicazione del nostro ultimo (il quarto) Quaderno Making Weconomy e ne approfittiamo per una rapida rassegna stampa delle menzioni ricevute sulle testate web e cartacee.

Molto approfondita e stimolante è anzitutto la recensione di “Human (R)evolution” pubblicata dal magazine Web Target, che dà il “benvenuto” ai valori di “condivisione autentica” promossi nel nostro modesto manifesto collettivo in materia di HR. Spicca in particolare una citazione del filosofo David Weinberger proposta in chiusura dell’articolo, citazione che non possiamo fare a meno di riprendere (e condividere): “la persona più intelligente nella stanza è la stanza stessa”, tratta dal libro “La stanza intelligente” (Codice Edizioni, 2012) a proposito della conoscenza come proprietà olistica emergente del nostro fare rete, dentro e fuori l’impresa. Di seguito un Google Talk dello stesso Weinberger proprio sul tema del “futuro della conoscenza in un mondo connesso”:

Oltre alle uscite su testate nazionali come Milano FinanzaGDOWEEK o alla ripresa della notizia della pubblicazione proprio da parte di uno dei casi aziendali che abbiamo inserito nelle nostre sezioni “Make It” (la “open company” marchigiana Loccioni), particolarmente gradita è anche la menzione del Quaderno in un articolo di Carlotta Magnanini per la rubrica Lavoro del magazine “D” de la Repubblica. Il pezzo si intitola “Giovani contro anziani? In azienda fanno pace”, e tratta un argomento molto sensibile come la diversità generazionale in impresa (specie in questi tempi di accelerazione socio-tecnologica in cui, per esempio, il Time sbatte in prima pagina la cosiddetta “Me Me Me Generation” – rendendosi così bersaglio mobile per le ironie del web).

Chiudiamo il cerchio con un video-recap dell’evento Logotel (In)visible Innovation durante il quale era stato presentato in anteprima il Quaderno #4: 7 minuti insieme a 4 dei co-autori dell’ultimo numero (Nicola Favini e Laura Bartolini di Logotel, Alberto De Toni dell’Università di Udine e Andrea Faragalli di Intesa Sanpaolo) sulle trasformazioni invisibili delle nostre imprese:


  • Twitter
  • Facebook
  • Flickr
  • YouTube
  • Vimeo