Reti di imprese: gli ingredienti

| May 31, 2011 | 1 Commento

Fare rete vuol dire, in primis, conoscere e conoscersi per scoprire le affinità presenti e future.

Questo gruppo ha lavorato sul concetto di rete utilizzando le carte play 40 in questo modo:

– Attingendo alla tradizione giapponese del karuta (carta) per scoprire le carte play 40 in un gioco dinamico e divertente che mette in relazione concetti e immagini.

– Un’immagine o una parola, 10 secondi a testa, per raccontarsi agli altri in modo spontaneo e imprevedibile. Connettersi ai pensieri di chi viene prima e dopo di te.

– Il team di lavoro, ormai affiatato e consolidato, si esprime sul tema “reti di imprese” con un brainstorming progettuale: si scelgono parole e immagini, si inseriscono nuove idee e stimoli per progettare insieme

Ed emerge che per fare rete:

Occorre:

  • coraggio
  • intraprendenza
  • libertà di “andare” (possibilità di sperimentazione)

e in particolare:

  • “humus”
  • motivazione
  • affinità

Definire il Perché?

  • Valore collettivo
  • Valore della differenza

Attitudine al “gioco”:

  • follia
  • attenzione alle sfumature

Rete aperta:

  • connettersi
  • fiducia (come valore)
  • senso etico

Semplificazione:

  • eliminare status
  • rete fluida
  • rapporti
  • relazioni

La Persona come “nodo di rete”

  • osservazione,
  • ascolto
  • trasferimento, condivisione e generosità

Post scritto da:admin
  • Alessando Trippa

    Il mio personalissimo contributo:
    Occorre:
    credere di poter realizzare
    e in particolare:
    immaginazione imprenditoriale
    Definire il Perché?
    Differenze diventano ricchezza
    Attitudine al “gioco”:
    Lucido divertimento
    Rete aperta:
    condivisione
    Semplificazione:
    naturalezza
    La Persona come “nodo di rete”
    individualmente collettivo
    Però devo ammetterlo: ci ho pensato sopra ben più dei 10 secondi concessi